Informazioni su Livia Burchianti

Nata a San Paolo (Brasile) il 23 Dicembre 1989, Livia Castellari Burchianti ha cominciato sin da piccola ad esprimersi attraverso il disegno e la pittura. Figlia unica di Marcello Burchianti e Silvia Castellari, Livia impara dalla madre architetto l'armonia dei colori e l'affinamento dello sguardo e l'equilibrio del gioco di volumi e forme.

Iscritta ad un anno e mezzo alla scuola infantile Atelier de Arte e Expressão Escola Viva ha subito modo di entrare in contatto con diversi tipi di materiali e tecniche artistiche. Sin dai primi disegni é stato possibile vedere il talento già pronto a manifestarsi. All'età di quattro anni entra nella scuola italiana Eugenio Montale, dove impara ad esprimersi anche in italiano. A sette anni comincia a frequentare la scuola Liceu Pasteur.

Comincia a dipingere con la tecnica ad olio su tela a undici anni e a quindici si interessa e rappresenta la figura umana, che non lascerà più. Dopo la tragica morte di suo padre nel 2007 e l'inizio del corso preparatorio per l'Universita, il ritmo della sua pittura ha subito un rallentamento, senza però interrompersi del tutto.

Nel dicembre 2011, a 21 anni, è stata invitata a partecipare ad una mostra con il gruppo di artisti giapponesi Bikoo Kai, nel Consolato dell'Argentina a Rio de Janeiro (RJ).

A venticinque anni si é laureata in Medicina presso la Faculdade de Ciências Médicas da Santa Casa de São Paulo. All'Università la pittura ha rappresentato una valvola di sfogo rispetto alla pressione ed alle esigenze del corso stesso.

Livia si è specializzata in Otorinolaringoiatria alla stessa istituzione. Agiugiendo Medicina ed Arte, Livia riconcilia la parte artistica con illustrazioni di carte scientifiche.

Nel 2017, con più di 10 anni di lavoro, ha realizzato la mostra personale "L. Burchianti: un decennio d'arte" all'Assemblea legislativa di São Paulo. La mostra ha presentato oltre 70 opere, tra cui oli, pastelli e opere di carbone